<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Stampa 3D Stampanti 3D, il mercato cresce nonostante un 2021 difficile

Stampanti 3D, il mercato cresce nonostante un 2021 difficile

Le spedizioni di stampanti 3D nella seconda metà del 2021 sono state limitate dalla recrudescenza della pandemia e dai problemi della catena di approvvigionamento, problemi che proprio la tecnologia di stampa 3D potrebbe aiutare ad alleviare. Per Context il mercato è pronto per una forte crescita poiché i tassi di interesse e degli ordini accelerano.

Le spedizioni di stampanti 3D industriali (dal valore sopra i 100mila dollari) sono aumentate del 39% nei primi tre trimestri del 2021, ma sono ancora inferiori del 6% rispetto ai livelli pre-Covid.

È noto che le tecnologie di stampa 3D possono avvicinare la produzione di volumi medi di beni materiali al punto in cui questi vengono utilizzati e quindi accorciare la catena di approvvigionamento, riducendo la dipendenza dalla logistica che attualmente è problematica sentita in tutto il mondo.

Ma anche per le stampanti 3D non tutti i pezzi che le compongono possono essere realizzati in modo additivo e delocalizzato, pertanto anche questa industria è stata afflitta dalle problematiche della catena di approvvigionamento nel terzo trimestre del 2021.

Secondo l’analista inglese Context le spedizioni di nuove stampanti di fascia alta sono cresciute nel corso del trimestre, anche sulla spinta di un entusiasmo legato ad eventi in presenza, come RAPID+TCT negli Stati Uniti a settembre e Formnext in Germania a novembre.

Le spedizioni di stampanti di classe industriale e di design (da oltre 20mila dollari) sono rimbalzate fortemente nel 2021 dopo essere state gravemente colpite dalla riduzione della spesa in conto capitale da parte delle aziende mondiali nel 2020.

Ma anche così il numero di nuove stampanti vendute è rimasto indietro rispetto ai livelli pre-Covid.

La domanda più forte nella categoria delle stampanti 3D industriali nel periodo è stata registrata dalle stampanti focalizzate sulla produzione o sulla personalizzazione di massa.

Le spedizioni di macchine che utilizzano alcune tecnologie sono state addirittura al di sopra dei livelli del 2019: +22% per le stampanti a polimerizzazione e +104% per i modelli Metal Binder Jetting.

Quest’ultimo tipo di stampante è utilizzato da molti settori (compresi beni di lusso, istruzione, ricerca e sviluppo e l’industria automobilistica e aerospaziale) per la produzione di massa.

Le stampanti a polimerizzazione di resina rimangono molto richieste dall’industria dentale: in questo caso la produzione in continua accelerazione di allineatori dentali trasparenti è un esempio dell’uso delle stampanti 3D per la personalizzazione di massa.

Le stampanti 3D professionali (tra 2.500 e 20mila dollari) sono state le meno colpite dalla pandemia con una crescita del +14% su base annua nei primi tre trimestri del 2021.
Le spedizioni sono aumentate non solo rispetto all’anno precedente, ma anche del +13% in più rispetto allo stesso periodo pre-Covid.

La recente crescita in questo settore è stata guidata da nuove linee di prodotti e dall’introduzione accelerata di macchine per la fusione del letto di polvere in polimero SLS da banco.

Infine, le stampanti 3D personali (sotto i 2500 dollari) completamente assemblate hanno continuato a cedere il passo a quelle basate su kit a basso prezzo, anche se la domanda di entrambe è salita alle stelle al culmine dei blocchi di Covid nel 2020.

La domanda in questa fascia più bassa del mercato è diminuita quando i mercati sono tornati a una nuova normalità nel 2021, ma le spedizioni sono rimaste al di sopra dei livelli del 2019.

Poiché queste categorie sono incentrate sui consumatori, il quarto trimestre (quello coincidente con il Natale) è il più significativo e le proiezioni attuali suggeriscono che le spedizioni annuali di stampanti personali potrebbero diminuire fino al 10% rispetto al 2020, sebbene sia ancora +33% rispetto al 2019.

Le spedizioni di stampanti 3D basate su kit di assemblaggio sono sulla buona strada per vedere una crescita di almeno il 36% su base annua, Può sembrare un ottimo risultato, ma molti fornitori avevano aspettative più alte, dato che le vendite del 2020 erano quasi il doppio di quelle del 2019.

Gli articoli più interessanti in questo mercato incentrato sugli hobbisti sono la resina stampanti LCD basate, molte delle quali vendono per meno di 250 dollari.

Le previsioni di Context per il 2022

Secondo Context durante il 2022 i trend per il settore delle stampanti 3D riguarderanno la estrusione di materiali termoplastici ad alta temperatura, i materiali compositi, un equilibrio tra crescita organica e consolidamento del mercato, mitigazione della catena di approvvigionamento e la crescita del ruolo della produzione digitale accanto a quella della produzione additiva.

Context stima i ricavi aggregati del sistema per il 2022 in aumento del 23% rispetto al 2021.

Su un periodo di 5 anni la proiezione è che le tecnologie sono pronte a spingere ulteriormente la produzione di massa (Metal Binder Jetting, fotopolimerizzazione e Powder Bed Fusion) co un CAGR del 30% o superiore in volumi unitari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php