<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Stampa 3D Produzione additiva: HP presenta le ultime innovazioni

Produzione additiva: HP presenta le ultime innovazioni

A Rapid+Tct, il più grande evento dedicato alla produzione additiva del Nord America, HP, in collaborazione con i propri partner e clienti, ha presentato le innovative applicazioni e componenti di produzione per i settori come quello automobilistico, beni di consumo, salute e benessere e industriale.

L’azienda continua a innovare, investire e creare momentum – sottolinea HP – mentre i suoi clienti cercano di scalare la produzione di parti di additive manufacturing (AM).

Dalla progettazione alla produzione, HP sta investendo per far progredire le proprie piattaforme tecnologiche, le soluzioni per il flusso di lavoro e l’automazione, i servizi e le partnership del suo Digital Manufacturing Network (DMN) per accelerare la produzione su scala.

Sculptéo, fornitore di servizi di produzione di stampa 3D e marchio BASF, è l’ultimo a entrare a far parte della rete come partner certificato di Digital Manufacturing. La rete comprende sia Manufacturing Partners che Multi Jet Fusion Production Professionals che offrono servizi di produzione qualificati.

Per consentire ai clienti di crescere e scalare la produzione additiva, HP sta fornendo una serie di miglioramenti alla piattaforma e alle soluzioni e sta ampliando i servizi professionali.

Con le nuove capacità, i clienti di tutto il mondo che utilizzano la soluzione di stampa 3D Jet Fusion 5200 di HP hanno ora accesso a funzionalità di prestazioni migliorate che offrono ripetibilità, affidabilità e qualità dei pezzi superiori.

Mentre le aziende guardano all’Additive Manufacturing per la produzione in serie e la personalizzazione di massa, la piattaforma Jet Fusion 5200 di HP consente entrambe le cose – sottolinea la società di Palo Alto –, con velocità e costi ai vertici della categoria e nuove funzionalità che consentono un migliore controllo da lavoro a lavoro e da stampante a stampante.

Per supportare i clienti che desiderano creare capacità di produzione additiva e far crescere le loro aziende, HP offre soluzioni hardware come la HP Automatic Unpacking Station e una suite di servizi professionali, tra cui il nuovo xRServices.

Annunciato l’anno scorso per i clienti della stampa industriale, HP offre ora ai clienti del 3D xRServices che consente di accedere 24 ore su 24 all’assistenza tecnica o ai contenuti virtuali.

HP

Basato su Microsoft Hololens 2, xRServices offre un sistema di presenza virtuale immersivo in Realtà Mista per la risoluzione dei problemi, la formazione, le riparazioni e l’ottimizzazione dei processi.

Una volta indossati gli headset, gli utenti possono connettersi con gli ingegneri HP in pochi secondi, sperimentando la presenza fisica di un tecnico dell’assistenza remota in grado di fornire consulenza su qualsiasi problema in qualsiasi punto della produzione di stampa.

Inoltre, se i clienti hanno un’esigenza immediata, possono farlo anche da soli grazie alle procedure guidate passo-passo “sempre attive” che si sovrappongono virtualmente alle stampanti, abilitando l’autosufficienza.

L’azienda ha poi annunciato che JawsTec si unisce al crescente numero di partner e clienti HP che sfruttano il modello di business 3D-as-a-Service (3DaaS) per scalare più rapidamente sbloccando la flessibilità del capitale e migliorando l’agilità aziendale.

Inoltre, HP collabora con decine di case automobilistiche, fornitori e partner di produzione in tutto il mondo per progettare e sviluppare componenti sostenibili dalla prototipazione alla produzione in serie.

General Motors ha prodotto una serie di parti finali utilizzando Multi Jet Fusion, compreso un recente esempio di utilizzo di un approccio innovativo per creare una guarnizione di chiusura dello spoiler. Lavorando con HP e GKN Forecast 3D, GM è stata in grado di accelerare i tempi di asciugatura, accelerando così il programma di produzione di SUV full-size, riuscendo a creare e lucidare i 60.000 pezzi richiesti nell’arco di cinque settimane per l’uso su circa 30.000.

In una collaborazione unica nel suo genere, Stellantis, HP, Mäder ed ERPRO hanno lavorato insieme per utilizzare la tecnologia di stampa 3D e portare innovazione nell’industria automobilistica. Grazie a questo sforzo congiunto, Peugeot è stata in grado di reinventare gli accessori per auto, tra cui un portaocchiali, un porta-lattine e un porta-telefono/card.

Il team Global Formula Racing della Oregon State University ha utilizzato HP Multi Jet Fusion per realizzare una camicia di raffreddamento per i suoi motori. L’OSU sta anche utilizzando HP Metal Jet per uno sviluppo più rapido e agile dei prodotti, una componente vitale delle corse competitive.

Maggiori informazioni sulle soluzioni di stampa 3D di HP sono disponibili sul sito dell’azienda.

Leggi tutti i nostri articoli sull’additive manufacturing

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php