<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Industria 4.0 Nel 2022 investimenti per 4,6 miliardi di dollari nei Digital Twin

Nel 2022 investimenti per 4,6 miliardi di dollari nei Digital Twin

Gli analisti di ABI Research hanno identificano le tendenze che daranno forma al mercato tecnologico, in particolare i Digital Twin e altre che, sebbene attirino enormi quantità di speculazioni e commenti, hanno meno probabilità essere protagoniste nel 2022.

Digital Twin, l’irresistibile ascesa nel 2022

I produttori hanno bisogno di una gamma di funzionalità per implementare Digital Twin, tra cui modellazione CAD (Computer-Aided Design), connettività, cloud computing, piattaforme software Industrial Internet of Things (IIoT), monitoraggio remoto, hardware per i lavoratori dell’officina (tablet, occhiali AR), simulazione basata sulla fisica, ML e integrazione di sistemi. Questo perché i gemelli digitali non sono una tecnologia, ma una composizione di soluzioni volte a collegare il mondo fisico e quello digitale, dalla progettazione alla simulazione, alla produzione, all’assemblaggio e al servizio e supporto post-vendita.

Negli ultimi anni, i Digital Twin sono cresciuti da un concetto per diventare mainstream con l’aiuto di dashboard IIoT e reporting quasi in tempo reale. Questo livello di maturità è stato accompagnato da nuovi costrutti di pensiero, come l’uso e l’implementazione dell’IA su larga scala, il cambiamento dei requisiti come la necessità di librerie di modelli e organismi di standard e, presto, l’emergere di mercati di Digital Twin che consentono ai fornitori di software indipendenti (ISV e altre terze parti di costruire strumenti pertinenti per l’ecosistema. Questi strumenti sono essenziali per la continua creazione di valore e la più ampia democratizzazione e adozione dei gemelli digitali. La spesa per i gemelli digitali industriali crescerà da 4,6 miliardi di dollari nel 2022 a 33,9 miliardi di dollari nel 2030 con un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 28%.

Cosa non accadrà nel 2022:

Secondo ABI Research, il 5G non permeerà le linee di produzione.
A partire da luglio 2021, c’erano 84 siti con implementazioni di rete cellulare privata (4G / 5G) annunciate pubblicamente. Tutti sono in grandi aziende e strutture, con esempi tra cui ABB, Airbus, BASF, Daimler AG, Ford, Haier, Konecranes e Nippon Steel.

Sebbene importanti, le distribuzioni correnti vengono utilizzate principalmente come reti campus o in un laboratorio o in un centro di sviluppo di produzione intermedio per applicazioni di produzione non industriali. Il lavoro sugli standard di 3GPP e 5G-ACIA continua a far progredire l’adozione e l’uso della tecnologia; tuttavia, l’ecosistema dei dispositivi e le funzioni di implementazione/gestione sono in ritardo. C’è anche una questione di rilevanza: due terzi dei produttori impiegano meno di 20 persone. Nella sua forma attuale, lavorare e testare il 5G nella produzione favorisce le grandi aziende / fabbriche con il capitale di ricerca e sviluppo per testare e imparare. Queste aziende e sedi più grandi hanno iniziato a valutare i costi e i benefici di diversi scenari di implementazione (una progressione chiave); tuttavia, conclude ABI Research, il 5G non sarà utilizzato per le applicazioni critiche per la produzione su larga scala fino al 2024.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php